• RE LEAR

    Produzione 2014
    Perché Lear? Dunque: perché esiste ancora il Potere, che in tempi di crisi si sfregia, fratelli-nemici, fino alla fine? La crisi è cambiamento, trasformazione e anche il Potere si trasforma, si aggiorna, assumendo nuove dinamiche e strategie, con il rischio di autodistruzione...

    view

  • Teatro e Sociale: Laboratori Anziani 2012-2013 Municipio VII

    Groucho Teatro con il sostegno dell Municipio VII di Roma, Assessorato alle Politiche Sociali, svolgerà  per l'anno 2012-2013 il progetto di laboratori teatrali intergenerazionali Nonni-Nipoti, presso tre Centri Anziani del territorio. Tre azioni: Lab Memoria Viva; Lab Passaggi di Eredità ; Lab Racconti e fiabe di oggi e di ieri.

    view

  • Teatro e Sociale: Laboratorio con adolescenti 2012-2013 Municipio VII

    Groucho Teatro con il sostegno del Municipio VII di Roma, Assessorato alle Politiche Sociali, svolgerà  per l'anno 2012-2013 il Progetto di laboratorio teatrale 'Il piacere di raccontare assieme'. Il corso sarà  incentrato sul tema del distacco e vedrà  le figure professionali di un antropologo e di uno psicologo. Il laboratorio terrà  come materiale di riferimento i testi di Ernesto de Martino e il testo 'I segreti del mondo' di J.C.Carrière

    view

  • Roy Hart Theatre: seminario Febbraio 2013

    Ass. Cult. Groucho Teatro - Centro di ricerca teatrale organizza lo stage sulla voce con il Roy Hart Theatre "ACTING SINGING" "Vivo respirando. Canto trasformando questo respiro in suono, suono che a sua volta dà  forma ai contenuti dell'anima". A. Wolfsohn Stage condotto da Ian Magilton, membro fondatore del Roy Hart Theatre e presidente del Centre Artistique International Roy Hart Theatre, a Malerargues, Francia. Attore e regista di fama internazionale, interessato al legame tra musica e teatro.

    view

  • Progetto 'Primavera della Formazione' - 3 incontri di alta formazione fra Marzo, Aprile e Maggio 2012

    Groucho Teatro organizza a Roma 3 seminari intensivi di alta formazione, dislocati tra Arci Malafronte e CineTeatro Volturno. Con Augusto Omolù, Naira Gonzalez, Raffaele Schettino, Mara Calcagni. Il lavoro si concentrerà  sui PRINCIPI DI ENERGIA dell'attore: Azione fisica e Azione vocale.

    view

  • Prometeo in Blues

    Durante la dittatura dei colonnelli in Grecia, Alexander viene fatto prigioniero. Nei sui ultimi 5 minuti prima dell'esecuzione ci racconta di Prometeo, colui che ha donato il fuoco agli uomini. Nei suoi deliri, Alexander finisce per identificarsi con il personaggio mitico, parlando la sua stessa lingua, il greco antico. Racconta del mito in prima persona, in parallelo con la sua esperienza di resistenza, nello sfondo di musiche antiche e recenti che richiamano il senso profondo di un Blues delle origini.

    view

  • Canti dalla terra

    Lo spettacolo racconta con canto e narrazione storie del popolo italiano, di lavoro e resistenza, utilizzando la polifonia a due voci. Sono canti della tradizione popolare italiana che non possono essere dimenticati perchè erano e sono la testimonianza della cultura popolare e della storia delle classi subalterne, perchè parlavano e parlano di valori universali, di giustizia, di pace e di lavoro. Servono oggi come allora per ricordare che un paese non è chi lo governa, ma è chi lo vive.

    view

  • Brecht a Babilonia

    (basato su "Ascesa e rovina della città  di Mahagonny")

    Due ricercati decidono di fondare una città , la città  del divertimento e dello svago: Babilonia, la città  della libertà . La felicità  si può comprare? A Babilonia sì! Se hai denaro, puoi fare tutto: sesso, tranquillità, alcol. Ma ma qualcosa manca. Cosa? L'umanità . Quella non si compra, quella si scopre e il denaro non serve proprio a niente per questo.

    view

  • Il fiume che scorre

    (dimostrazione di lavoro)

    La dimostrazione di lavoro analizza l'uso dei principi di energia della danza degli Orixà  nell'allenamento e nella creazione delle partiture sceniche da parte dell'attore. In specifico si tengono come esempio alcune parti del Prometeo in Blues, spiegando come l'attore usi le qualità  d'energia nel lavoro sui personaggi. Inoltre viene affrontato uno storico del percorso di ricerca di Groucho Teatro, sul corpo, sulla voce e sul testo.

    view

  • Un uomo elegante di Seattle - Storie e suoni della vita di Jimi Hendrix

    Un a colonna sonora di libertà  e una rappresentazione scenica disinvolta. Il filo conduttore sono i testi, la vita e la musica di Jimi Hendrix, incontrastato genio chitarristico e compositore, vissuto sempre in equilibrio fra follia e psichedelia, ma senza che questo ne annientasse l'umanità  e la semplicità .
    Dal mondo di Jimi Hendrix, del quale si esplora il repertorio musicale suonando diverse tracce, si estraggono immagini, ambientazioni e diverse situazioni sceniche.

    view

Progetto Passioni


 

 

                                       

                                                                                                                    

CineTeatro Volturno Occupato – laboratorio di cultura indipendente

e Ass. Cult. Groucho Teatro – centro di ricerca teatrale

 

organizzano il percorso intensivo di ricerca teatrale:

 

Passioni 2

 

dal 28 Maggio al 9 Giugno 2012

dalle ore 10.00 alle ore 17.00 tutti i giorni esclusa domenica 3 Giugno

presso

il Cineteatro Volturno Occupato – via Volturno, 37 – Roma

 

TEMA

 

Questo percorso di ricerca è una tappa del lavoro condotto da Alessio Bergamo e mirato alla creazione di un'opera teatrale autonoma che ha come materiale di spunto la Matthauspassion di Bach, con riferimento al Vangelo secondo Matteo.


Il lavoro di attori e regista, il cui scopo in questo progetto non è specificamente pedagogico, sarà incentrato sulle azioni fisiche, sulla gestione della "atmosfera" e, a misura del successo dell’incontro, sul rapporto tra struttura musicale e struttura drammatica. Accanto a questo, ovviamente, ci sarà una riflessione sull'opera bachiana e sui temi a cui rimanda.


Il laboratorio si svolgerà dal 28 maggio al 9 giugno (domenica 3 giugno esclusa) presso il CineTeatro Volturno Occupato, via Volturno 37, Roma, con orario dalle 10 alle 17. 

 

A CHI E’ RIVOLTO :

 

Ci interessa che convivano sotto questo comune tetto tematico le più diverse formazioni di attori. Possono essere tollerati dei giorni od orari di assenza, previa comunicazione nella scheda di domanda di partecipazione.

La selezione dei partecipanti avverrà a giudizio degli organizzatori e il numero dei partecipanti è chiuso e comunque non superiore a 20. La partecipazione è aperta a tutti ed è gratuita, trattandosi di un percorso di ricerca e non di un incontro prettamente pedagogico. Verrà richiesta una partecipazione attiva nella sistemazione della sala di lavoro.

Gli organizzatori si riservano il diritto di interrompere la frequenza dei partecipanti, in qualsiasi momento, qualora siano da ostacolo al sereno e professionale svolgimento dei lavori.

 

IL PERCORSO SUCCESSIVO

 

L’eventuale produzione di uno spettacolo sarà presa in considerazione in base all’esito dell’incontro.

 

PER PARTECIPARE

 

La partecipazione è gratuita: compilare la scheda di partecipazione qui di seguito e, entro il 15 Maggio, inviarla a:

groucho@grouchoteatro.it

 

per info chiamare :

il 3476442529 oppure scrivere all’indirizzo e-mail qui sopra oppure collegarsi al sito www.grouchoteatro.it

 

SCADENZA BANDO DI CONCORSO: 15 Maggio 2012. Entro il 20 Maggio verrà comunicata la risposta a tutti i richiedenti.

 

 scarica il bando completo in pdf

 

 

 

Alessio Bergamo è nato nel 1964. Ha studiato storia del teatro all’Università La Sapienza di Roma sotto la guida del prof. Marotti e si è laureato nel 1990 (con una tesi sugli spettacoli di massa del 1920 a Pietrogrado, frutto di un anno di ricerche in URSS), dopo essersi diplomato in pianoforte al Conservatorio “L. Refice” di Frosinone e aver seguito gli studi di composizione musicale, sino al quarto anno, col M. Paolo Arcà.

Dal 1991 al 1993 segue come dottorando in Storia teoria e tecnica del teatro e dello spettacolo (VII ciclo, coordinatore prof. Ferruccio Marotti) il progetto del Centro Teatro Ateneo, del Teatro di Roma e della Scuola d’Arte Drammatica di Mosca diretta da Anatolij Vasil’ev dedicato al Ciascuno a suo modo di Pirandello. Il progetto dura due anni e si svolge tra Mosca e Roma, coinvolgendo attori italiani, tedeschi, belgi e russi e concludendosi con 20 spettacoli in improvvisazione al Teatro Ateneo di Roma. In questo progetto lavora come attore e aiuto regista(la tesi di dottorato, dedicata a questa esperienza e all’arte di Anatolij Vasil’ev, viene discussa tre anni dopo, il novembre del 1996). Nel 1993, a conclusione del progetto ritorna in Russia a seguire il lavoro di Vasil’ev e proseguire la sua formazione artistica e ci rimane sino al 1996.

Dal 1994 avvia l’attività di regista teatrale. Ai suoi spettacoli lavora sviluppando il metodo appreso alla scuola di Vasil’ev, basato sull’adozione sistematica dell’improvvisazione strutturata in sede di prove, su un rapporto vivo, ravvicinato e spesso diretto (di interlocuzione) col pubblico, su un taglio stilistico che mescola il realismo al fantastico e l’assurdo. Male di luna, una versione scenica di cinque novelle di Pirandello, al Teatro Drammatico di Vologda – 1994 -; Il castigo senza vendetta, di Lope de Vega, al Teatro Ucraino di Odessa -1997-; Le memorie di un pazzo, di N.V.Gogol’, al Teatro Nazionale di Petrozavodsk -1998-; di nuovo Il castigo senza vendetta, questa volta con una compagnia di attori italiani, nel quadro del festival organizzato del Teatro di Roma “Per antiche vie” – 2000-; Affabulazione, di Pasolini, al Teatro Okolo Doma Stanislavskogo di Mosca – 2000-; La dama folletto di Calderon de La Barca, al Teatro Lensovet di Pietroburgo -2001-; Bàrricàti, montaggio di fiabe tratte dalla tradizione orale della Tuscia, con la compagnia La Torre di Viterbo, al ex convento Santa Maria in Gradi -2007-; La resistibile ascesa di Arturo Ui, di B. Brecht, al Teatro Drammatico Ucraino di Odessa -2008-; il laboratorio-spettacolo sulla Trilogia della villeggiatura di Goldoni al teatro “Scuola d’Arte Drammatica” di Mosca -2011-.

Dal 2001 intensifica l’attività pedagogico-teatrale, che aveva già avviato qualche anno prima (1996) quando insieme al maestro russo Jurij Alschitz aveva fondato l’associazione “Protei-Progetti Teatrali Internazionali”. Nel quadro dell’attività di Protei, che si occupava di aggiornamento professionale per attori e registi professionisti e produceva laboratori con artisti e docenti di paesi differenti, lavora come docente di recitazione a Roma, all’Accademia Reale di Teatro di Stoccolma –nel 1997-, al centro Akt-Zent di Berlino –nel 1997-, alle Orestiadi di Gibellina del 1997, al Gik -l’Istituto statale di cinema di Mosca – nel 1998. Dal 2001 il lavoro di pedagogia diventa più sistematico e centrato sull’Italia. Fulcro del lavoro è lo sviluppo del Metodo dell’analisi mediante l’azione, elaborato da Stanislavskij negli ultimi anni di vita, praticato e sviluppato nel corso del XX secolo da diversi suoi allievi, e allievi di allievi, e diffusosi fortemente in tutti i paesi dell’ex Urss nell’ultimo cinquantennio. Si tratta di un approccio al testo letterario che ne enuclea la struttura drammatica e la fa sviluppare in improvvisazione agli attori, prima di chiudere il periodo di prove con la messa in forma dello spettacolo. Dal 2001 ha insegnato, tra l’altro, all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma (Recitazione e Drammaturgia dell’attore – dal 2001 al 2006), presso la Scuola del Teatro Stabile delle Marche ad Ancona (recitazione – nel 2005), presso la Scuola Galante Garrone di Bologna (recitazione - nel 2003) presso la Link Academy di Roma (recitazione e regia 2009), presso ITACA – unica scuola di teatro accreditata dalla regione Puglia - (recitazione e regia, nel 2009). Insegna tutt’ora presso la Scuola di Teatro La Cometa di Roma (recitazione), presso la International Acting School di Roma (recitazione), presso la Scuola Civica “Paolo Grassi” di Milano (recitazione e regia), presso Eutheca (Roma), presso l’Accademia del Teatro Quirino (Roma), presso l’Accademia Nico Pepe (Udine).

Dal 2004 ha avviato anche un’attività di docenza teorica. Presso l’università della Tuscia, a Viterbo -dal 2004 al 2008-, presso l’Università della Calabria, a Cosenza -dal 2007 al 2010- e presso l’Accademia di Belle Arti a Frosinone -dal 2008-. Come studioso ha pubblicato anche tre libri (editi da Bulzoni, Ubulibri e Acta) e una dozzina di studi su riviste specialistiche, dedicati per lo più alla teoria e alla storia del teatro, con particolare attenzione al teatro russo.

Nel 2009 ha fondato la compagnia POSTOP con la quale ha prodotto il progetto Brevi storie naturali (14 spettacoli in improvvisazione sulle novelle di Pirandello –provincia di Roma e Reggio Emilia, 2010) e conduce un’attività di ricerca e laboratorio gratuita con attori e registi professionisti.

L’associazione culturale Groucho Teatro è stata fondata nel 2006 ed ha sede operativa presso il Circolo Gianni Bosio, centro di ricerca etno-musicologica fondato a Roma nel 1975 (diretto da Sandro Portelli) sede della scuola di musica dove, fra gli altri, insegnano Patrizia Nasini, Sara Modigliani, Lucilla Galeazzi e sede dell’Archivio Coggiola, dell’Istituto Ernesto de Martino.

L’associazione nasce con lo scopo di promuovere e di produrre artigianato teatrale. Seguendo gli insegnamenti dei maestri (Stanislavskij, Sulerziskj, Grotowski, Barba, Brook, Burnier...), va alla ricerca del proprio teatro.

 

Linee artistiche:

 

Groucho Teatro è un gruppo di teatro. Ricerca il proprio linguaggio artistico attraverso la sperimentazione di linguaggi diversi come la musica, il canto, la danza e il video. In particolare si muove all’interno dei princìpi di Antropologia Teatrale, esplorando, con voce, corpo e narrazione, l’organicità e l’umanità del lavoro attoriale. 

Groucho Teatro lavora sia con drammaturgie originali sia con testi classici, la cui analisi viene effettuata con riferimento alla scuola russa.

Mara Calcagni e Raffaele Schettino, soci fondatori, seguono il lavoro di Augusto Omolù (Odin Teatret) sulla danza degli Orixas da diversi anni.

Studiano Estetica dei modi contadini con Giovanna Marini. Sono coristi nel Coro di Modi Contadini e di Inni e Canti di Lotta della Scuola Popolare di musica di Testaccio.

Si formano seguendo corsi di teatro per attori. Tra gli altri, lavorano con Odin Teatret (Danimarca), Lume Teatro (Brasile), Cèsar Brie (Bolivia), Naira Gonzalez (Italia), équipe dell’Ista (International School of Theatral Antropology), Teatro Ridotto di Bologna, Grotowsky Center di Wroclaw (Polonia), Mamdou Dioume, Jean-Paul Denizon (Bouffes du Nord), Anatoli Vassiliev (Teatro d’arte di Mosca). L’attività del gruppo di teatro è orientata principalmente alla ricerca sull’arte dell’attore alla produzione di spettacoli e alla pedagogia e formazione.

 

Produzioni teatrali

 

2012 Canti dalla Terra

2011 Gli zii di Hendrix

2010 Brecht a Babilonia

2008 Amletos  Parata di strada. In collaborazione con Teatro El Caldero, Mar Del Plata, Argentina.

2007 Prometeo in blues, libero riadattamento del Prometeo incatenato di Eschilo, presentato in 3 lingue con più di 40 repliche, tra Italia e America Latina.

2006 Cercando Axé (ora ‘Il fiume che scorre’) Varie repliche fra Italia e Perù.

 

Cooperazione Culturale

 

Tra il 2006 e il 2008 si muove in scambi pedagogici, artistici e spettacolari fra Italia, Brasile, Bolivia, Perù e Argentina, con progetti istituzionali (Ambasciata italiana in Bolivia), accademici (Università federale di Sao Paulo, Università federale di Bahia, Università statale di Buenos Aires) e informali. 

 

Tournèe Internazionali

 

2007 Brasile: Curitiba, S. Paulo, Salvador Bahia, Nova Lima; Bolivia: La Paz, Santa Cruz de La Sierra; Argentina: Buenos Aires

2008 Bolivia: La Paz; Perù: Lima

2009: Colombia: Bogotà;

2010: Perù: Ayacucho, Lima

2011: Germania: Schwerte, Dortmund, Halle

 

Eventi Culturali realizzati

 

Rassegna multidisciplinare “ContaminAzioni”, in collaborazione con Ekidna, Carpi (Mo), Ottobre 2007;

Rassegna di teatro “Fuori dal Comune”, VII Municipio, Roma, Giugno 2008;

Rassegna di teatro “UrgenzAteatro”, IV Municipio, Roma, Maggio 2009.

Residenza teatrale presso Teatro la Scuola, Casentino (AQ), Febbraio-Marzo 2009;

Rassegna di teatro “Fuori dal Comune”, VII Municipio, Roma, Giugno 2009;

Rassegna di teatro “Fuori dal Comune”, VII Municipio, Roma, Giugno 2010;

Progetto ‘in memoria di Tony d’Urso’, Università di Cassino, Giugno 2010.

 

Formazione e pedagogia:

 

Stage attoriali: ‘Le qualità d’energia dell’attore’, ‘L’azione vocale’, ‘Drammaturgia e testo’; tenuti in varie occasioni, tra Italia, Brasile, Perù, Argentina, Germania;

Laboratori permanenti per attori:

‘Il gioco di brecht’, Circolo Gianni Bosio, Roma, 2010-2011

‘Palcofficina-percorso di ricerca nel teatro indipendente’,  Circolo Gianni Bosio, Roma, 2011-2012

Laboratori per anziani:

presso ‘Centro anziani Sandro Pertini’, Roma, 2010-2011

presso ‘Centro anziani Istituto Taylor’, Roma, 2011-2012

Stage attoriali presso il carcere di Schwerte, Schwerte (Germania), 2011

Stage teatrale per bambini di scuola elementare presso vari istituti scolastici

 

Sito web: www.grouchoteatro.it   facebook: grouchoteatro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SCHEDA DI PARTECIPAZIONE ‘PASSIONI 2’

 

 

NOME:

 

COGNOME:

 

DATA E LUOGO DI NASCITA:

 

DOMICILIO ATTUALE:

 

PROFESSIONE:

 

EMAIL:                                                                            FACEBOOK:

 

 

 

BREVE CV (max 10 righe):

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LETTERA DI MOTIVAZIONE A PARTECIPARE ALL’INCONTRO (max 15 righe; specificare inoltre se e quali giorni/orari si è indisponibili)