• RE LEAR

    Produzione 2014
    Perché Lear? Dunque: perché esiste ancora il Potere, che in tempi di crisi si sfregia, fratelli-nemici, fino alla fine? La crisi è cambiamento, trasformazione e anche il Potere si trasforma, si aggiorna, assumendo nuove dinamiche e strategie, con il rischio di autodistruzione...

    view

  • Teatro e Sociale: Laboratori Anziani 2012-2013 Municipio VII

    Groucho Teatro con il sostegno dell Municipio VII di Roma, Assessorato alle Politiche Sociali, svolgerà  per l'anno 2012-2013 il progetto di laboratori teatrali intergenerazionali Nonni-Nipoti, presso tre Centri Anziani del territorio. Tre azioni: Lab Memoria Viva; Lab Passaggi di Eredità ; Lab Racconti e fiabe di oggi e di ieri.

    view

  • Teatro e Sociale: Laboratorio con adolescenti 2012-2013 Municipio VII

    Groucho Teatro con il sostegno del Municipio VII di Roma, Assessorato alle Politiche Sociali, svolgerà  per l'anno 2012-2013 il Progetto di laboratorio teatrale 'Il piacere di raccontare assieme'. Il corso sarà  incentrato sul tema del distacco e vedrà  le figure professionali di un antropologo e di uno psicologo. Il laboratorio terrà  come materiale di riferimento i testi di Ernesto de Martino e il testo 'I segreti del mondo' di J.C.Carrière

    view

  • Roy Hart Theatre: seminario Febbraio 2013

    Ass. Cult. Groucho Teatro - Centro di ricerca teatrale organizza lo stage sulla voce con il Roy Hart Theatre "ACTING SINGING" "Vivo respirando. Canto trasformando questo respiro in suono, suono che a sua volta dà  forma ai contenuti dell'anima". A. Wolfsohn Stage condotto da Ian Magilton, membro fondatore del Roy Hart Theatre e presidente del Centre Artistique International Roy Hart Theatre, a Malerargues, Francia. Attore e regista di fama internazionale, interessato al legame tra musica e teatro.

    view

  • Progetto 'Primavera della Formazione' - 3 incontri di alta formazione fra Marzo, Aprile e Maggio 2012

    Groucho Teatro organizza a Roma 3 seminari intensivi di alta formazione, dislocati tra Arci Malafronte e CineTeatro Volturno. Con Augusto Omolù, Naira Gonzalez, Raffaele Schettino, Mara Calcagni. Il lavoro si concentrerà  sui PRINCIPI DI ENERGIA dell'attore: Azione fisica e Azione vocale.

    view

  • Prometeo in Blues

    Durante la dittatura dei colonnelli in Grecia, Alexander viene fatto prigioniero. Nei sui ultimi 5 minuti prima dell'esecuzione ci racconta di Prometeo, colui che ha donato il fuoco agli uomini. Nei suoi deliri, Alexander finisce per identificarsi con il personaggio mitico, parlando la sua stessa lingua, il greco antico. Racconta del mito in prima persona, in parallelo con la sua esperienza di resistenza, nello sfondo di musiche antiche e recenti che richiamano il senso profondo di un Blues delle origini.

    view

  • Canti dalla terra

    Lo spettacolo racconta con canto e narrazione storie del popolo italiano, di lavoro e resistenza, utilizzando la polifonia a due voci. Sono canti della tradizione popolare italiana che non possono essere dimenticati perchè erano e sono la testimonianza della cultura popolare e della storia delle classi subalterne, perchè parlavano e parlano di valori universali, di giustizia, di pace e di lavoro. Servono oggi come allora per ricordare che un paese non è chi lo governa, ma è chi lo vive.

    view

  • Brecht a Babilonia

    (basato su "Ascesa e rovina della città  di Mahagonny")

    Due ricercati decidono di fondare una città , la città  del divertimento e dello svago: Babilonia, la città  della libertà . La felicità  si può comprare? A Babilonia sì! Se hai denaro, puoi fare tutto: sesso, tranquillità, alcol. Ma ma qualcosa manca. Cosa? L'umanità . Quella non si compra, quella si scopre e il denaro non serve proprio a niente per questo.

    view

  • Il fiume che scorre

    (dimostrazione di lavoro)

    La dimostrazione di lavoro analizza l'uso dei principi di energia della danza degli Orixà  nell'allenamento e nella creazione delle partiture sceniche da parte dell'attore. In specifico si tengono come esempio alcune parti del Prometeo in Blues, spiegando come l'attore usi le qualità  d'energia nel lavoro sui personaggi. Inoltre viene affrontato uno storico del percorso di ricerca di Groucho Teatro, sul corpo, sulla voce e sul testo.

    view

  • Un uomo elegante di Seattle - Storie e suoni della vita di Jimi Hendrix

    Un a colonna sonora di libertà  e una rappresentazione scenica disinvolta. Il filo conduttore sono i testi, la vita e la musica di Jimi Hendrix, incontrastato genio chitarristico e compositore, vissuto sempre in equilibrio fra follia e psichedelia, ma senza che questo ne annientasse l'umanità  e la semplicità .
    Dal mondo di Jimi Hendrix, del quale si esplora il repertorio musicale suonando diverse tracce, si estraggono immagini, ambientazioni e diverse situazioni sceniche.

    view

Chi siamo

L'associazione culturale italiana Groucho Teatro, Centro di Ricerca Teatrale è stata fondata nel 2006.
La sede legale  e organizzativa è a Roma (Montesacro) e dal 2009 la sala teatro è presso il Circolo Gianni Bosio, via di Sant'Ambrogio 4, Roma (zona Centro Storico):


L'associazione nasce con lo scopo di promuovere e di produrre artigianato teatrale. Seguendo gli insegnamenti dei maestri (Brecht, Stanislavskij, Sulerziskj, Grotowski, Barba, Burnier, Brook...), va alla ricerca del PROPRIO modo di vivere il teatro. La finalità è quella di creare uno spazio non-luogo in cui convergano le necessità basilari dell'uomo, ormai sempre più difficili da affermare. E' uno spazio in cui chi ci lavora tenta di resistere alle regole che sistematicamente cercano di distruggere il senso critico. Per mezzo della creatività teatrale di gruppo, si riafferma il proprio Io sociale, come ci insegnano i maestri dai quali veniamo. Questo è reso possibile solo attraverso la serietà e l'auto-disciplina di ciascuno nel gruppo: apprendere ad apprendere ogni giorno un mestiere che ci sembra assimilabile più a quello dell'artigiano che a quello dell'artista 'bohiemièn', per liberarsi, per portare la vita in teatro. L'allenamentoquotidiano ed il paziente lavoro sugli spettacoli (che possono richiedere anche due o tre anni di tempo prima della presentazione allo spettatore), sono una necessità pratica. Dall'altro lato si rivela  sempre più importante la presenza di un contrappeso a tale disciplina, che impedisca che la serietà degeneri in seriosità: l'ironia e l'auto-ironia. Da questo contrasto, d'altronde, prende origine il nome Groucho Teatro, che si richiama al maestro americano Groucho Marx.

 

  'Immergersi, come gruppo, nel cerchio della finzione per trovare il coraggio di non fingere' (Manifesto del Terzo Teatro, E. Barba)

Groucho Teatro - Centro di Ricerca Teatrale organizza la propria attività con la produzione di spettacoli, organizzazione di eventi e formazione. Riguardo alla formazione, viene effettuata nell'ambito del SOCIALE (laboratori in centri anziani, con persone con disagio, con i ragazzi) oppure dell'alta formazione attoriale di tipo permanente (su base annuale) e intensiva (seminariale con il coinvolgimento di Maestri di caratura internazionale). La formazione viene sempre portata avanti nell'ottica che fare teatro NON SIGNIFICA FARE INTRATTENIMENTO, ma creare un'occasione di crescita umana e sociale, con passione e con disponibilità e serietà.

Spesso ci chiedono: 'Che tipo di teatro fate?' Vado per esclusione: non è teatro 'tradizionale', nemmeno teatro d'avanguardia, non è teatro politico, non è teatro-danza...o forse in parte contiene tutte queste definizioni. Allora a che servono le definizioni? A mettere delle etichette? A inscatolare per forza ogni cosa? Nel mio passato di musicista ho sperimentato le fantasie creative più disparate nel definire ad ogni costo il genere di appartenenza di qualsiasi gruppo musicale. Credo che non serva a niente.

Groucho Teatro cerca il proprio modo di fare spettacoli, come gruppo, sperimentando sempre nuove possibilità. Sicuramente ci sono Emporio Armani Replica Watches a monte molti criteri  comuni all'Antropologia Teatrale sullo studio dell'attore e al Terzo Teatro (non facciamo un teatro tradizionale, nè un teatro d'avanguardia), ma naturalmente ciò non spiega nulla rispetto a ciò che avviene sulla scena. Allo spettatore X, che è tecnicamente estraneo al teatro (mio padre o mia madre, per cui non aiutano esempi di altre esperienze teatrali, anzi sarebbero fuorvianti), rispondo così: 'Groucho Teatro è un laboratorio artigianale indipendente che, attraverso lo studio dell'arte di attore e attraverso la costruzione collettiva di spettacoli, cerca il modo più semplice e diretto per comunicare in scena e per raggiungere qualsiasi spettatore. Indaga l'invisibile, ciò che scorre sotto l'apparenza e che è presente nelle relazioni umane, di cui il Gruppo si fa specchio; attraverso la danza, la musica, il teatro'. Troppo complicato? Troppo vago? E' probabile... 'Dovresti vedere lo spettacolo'.....

Siamo un gruppo professionale indipendente, che ogni giorno si riunisce nell'amore comune di portare avanti il lavoro artigianale attorno ad un oggetto comune. Di portare avanti un progetto comune nella prospettiva di crescita collettiva e individuale, dentro e fuori dal gruppo.

Raffaele Schettino

 

"Me-Ti diceva: ci sono persone che non possono ridere di cose serie. Non bisogna fargliene carico, ma nemmeno bisogna proibire di ridere di cose serie. Si può parlare di cose serie in tono serio e in tono scherzoso, di cose scherzose in tono scherzoso e in tono serio. Per le persone prive di umorismo è generalmente più difficile capire il Grande Metodo" (Berthold Brecht)

 

 

 

Mara Calcagni, attrice, codirettrice artistica, project manager e fund raiser.

  Linee artistiche:

Come attrice:

  Ricerca sul corpo e sull'azione. Attiva nel Magdalene Project dal 2008. Segue la ricerca con Augusto Omolù sui principi di danza degli   Orixà. 

  Ricerca sulle narrazioni e canti di tradizione Best Replica Watches orale nel Coro di Testaccio diretto da Giovanna Marini. Perfeziona l'uso della voce con il metodo LinkLeater.

Come regista:

  Cerca di comunicare, attraverso suono, testo e azione fisiche, il senso della vita tenendo d'occhio il contesto sociale e politico. Link Breve Cv Mara Calcagni

 

 

 

Raffaele Schettino, attore, regista, codirettore artistico, projet manager. 


  Linee artistiche come attore:

Ricerca sul corpo e sulla voce con particolare attenzione ai principi di Antropologia teatrale e al loro uso organico da parte dell'attore; per scoprire l'umanità dell'azione e la sua semplicità;

Studio delle qualità d'energia del movimento attraverso la Danza degli Orixà (approfondimento costante con Augusto Omolù e il 'Group of Semptember' - gruppo di ricerca internazionale sulla drammaturgia nelle danze Orixà);

Ricerca sull'attore come portatore di segni e simboli, di metafore: attore creativo, nello spazio vuoto.

Studio e recupero dei canti di tradizione orale dal mondo contadino con particolare attenzione alla polifonia, studio dei canti paraliturgici con particolare attenzione alle attività delle confraternite (approfondimento costante con il corso di modi contadini ed inni di lotta della scuola di musica di testaccio, diretto da Giovanna Marini; ricerche di campo; con il gruppo "In Medias Res" del Grotowski Institute di Wroclaw);

Studio dell'interazione musica - ritmo - arte di attore in generale e con riferimento speciale al Rock-Blues (costante approfondimento della linea musicale con il trio di ricerca su Jimi Hendrix 'Gli zii di Hendrix') e studio dell'Armonia musicale come base drammaturgica della creazione dei materiali scenici (costante approfondimento nel corso di Armonia e di canzone brasiliana con Giovanni Guaccero). link sito personale: www.raffaeleschettino.it


 

Gisella Speranza, responsabile promozione e ufficio stampa, 

tel. 3471380598

 

 

Simone Gallinella, responsabile organizzativo e di produzione, 


 

Simone Gallinella (1975). Laureato nel luglio 2006 in Storia del Teatro e dello Spettacolo all’Università di Lettere e Filosofia di Perugia. Dal Gennaio 2009 è iscritto all’albo dei Pubblicisti nell’Ordine dei Giornalisti dell’Umbria. Ha collaborato presso l’E.T.I (Ente Teatrale Italiano), nel C.T.E. (Centro TeatroEducazione), in due progetti (Veder Vedere e Speciale Pubblico) per la promozione della cultura teatrale in Umbria e Toscana. Suoi articoli e studi sono comparsi su varie riviste specialistiche di teatro e spettacolo tra cui Hystrio e drammaturgia.it. Ha collaborato all’interno della compagnia teatrale ZoeTeatro di Foligno.

 

 

STORIA

L’associazione culturale italiana Groucho Teatro, Centro di Ricerca Teatrale è stata fondata da Mara Calcagni e Raffaele Schettino all’inizio del 2006 nell’Italia del sud. La sede operativa attuale è a Roma. L'associazione nasce con lo scopo di promuovere e di produrre cultura, con speciale attenzione all'artigianato teatrale.

Fin dalla sua fondazione, l'associazione si è occupata di produrre spettacoli, lavorare nella formazione con seminari intensivi e laboratori, presentare progetti istituzionali e organizzare eventi.

Le modalità di sviluppo delle attività ha sempre avuto un carattere internazionale. Per questo l'organizzazione di turnè e attività seminariali all'estero, con particolare riguardo all'America Latina, hanno costituito un punto di movimento chiaro.

Tra le attività organizzate all'estero ricordiamo due turnè in America Latina (2007 e 2008) tra Brasile, Argentina, Bolivia e Perù, la seconda delle quali finanziata dall'ambasciata italiana in Bolivia; la partecipazione all'incontro internazionale di teatro di gruppo ad Ayacucho, con seminario e spettacolo.

Tra i progetti istituzionali ricordiamo l'organizzazione di due edizioni del festival 'Fuori dal Comune' finanziato dal municipio VII di Roma; l'ideazione ed organizzazione dell'estemporanea d'arte nella città di frigento (Avellino), finanziata dal comune di Frigento.

Le collaborazioni con altre associazioni sono di varia natura. Qui ricordiamo la collaborazione organizzativa con la 'Casa della Carità' di Milano in occasione del seminario preparatorio all'evento di chiusura al Piccolo Teatro insieme all'Odin Teatret; la collaborazione con Progetto Salute Onlus di Roma per il laboratorio annuale al Centro anziani 'Sandro Pertini'.

La pedagogia vede laboratori per anziani, adulti o bambini e laboratori di alta formazione per attori. Essa fa parte integrante della crescita artistica di Groucho Teatro: passando la propria esperienza, gli attori imparano dagli allievi, a volte, forse, più degli allievi stessi.


 


RICERCA E LINEE ARTISTICHE

Accanto alla denominazione Groucho Teatro si è voluto aggiungere 'Centro di ricerca teatrale'. La ricerca, parola dai confini ampi e ampiamente abusata, è un elemento essenziale per la definizione e l'esistenza di Groucho Teatro. L'attività laboratoriale, sia interna che formativo-pedagogica, ha un filo continuo e viene quotidianamente portata avanti dagli attori, vuoi in attività pedagogiche verso gli allievi, vuoi nell'alta formazione che gli attori continuano a ricevere dai maestri esterni di respiro internazionale. La Ricerca di Groucho Teatro è strettamente connessa alla formazione esterna, anche se le 'scoperte' più importanti sull'arte di attore e sulla creazione di spettacoli avviene sempre nel percorso personale. Per questo la quotidianetà e la sistematicità dell'allenamento e del lavoro sui materiali scenici sono le variabili chiave. Non possiamo cambiare il mondo (almeno nel breve termine), ma non lasciamo che il mondo cambi noi stessi.

Le linee di ricerca e artistiche vedono la formazione degli attori con nomi come Augusto Omolù, gli attori dell'Odin Teatret di Eugenio Barba, Mamadou Dioume, Jean-Paul Denizon, Cesar Brie, Naira Gonzalez, Il centro Grotowski di Wroclaw, il Lume Teatro e altri. La ricerca sull'arte di attore, una ricerca non-illustrativa e non-naturalistica, punta sull'organicità della recitazione, mettendo al centro del lavoro il corpo, la parola, la musica, la danza. Il compito prioritario dell'attore è creare azioni, sia fisiche che vocali. Questo non significa fare movimenti grandi e stupefacenti, usare virtuosismi nella voce: ogni movimento fisico o vocale che viene fatto ha un perché, una ragione, non deve mai essere solamente estetico e fine a se stesso. Deve cambiare qualcosa nello spazio circostante e all'interno dell'attore, per l'appunto deve essere Azione. Questo è quello che accade nella realtà di tutti i giorni: l'uomo non fa mai nulla per caso, e, dunque, il teatro deve essere specchio della realtà. Tutto questo è rafforzato dallo studio dei principi di cui l'attore fa uso, nelle varie culture, durante le situazioni di rappresentazione organizzata  e che sono chiaramente individuati dall'Antropologia teatrale. In particolare le linee di ricerche sull'azione vocale sono finalizzate a scoprire la voce propria, unica e personale, anche quando si riveli esteticamente non bella; sull'azione fisica si cerca di valorizzare le energie potenziali dell'attore che portino all'organicità scenica (in questo senso vi è un percorso pluriennale sui principi di energia nella Danza degli Orixà con Augusto Omolù), tenendo sempre conto dei principi di disequilibrio, opposizione, segmentazione del corpo, resistenza ecc. ecc..

Gli spettacoli hanno sempre una tematica sociale. Accanto all'intento di raggiungere qualsiasi spettatore, cioè di rimanere lontani da fenomeni di difficoltà di comprensione o intellettualismi, le tematiche affrontate di volta in volta assumono sempre la necessità di confrontarsi con lo stato della società civile, toccandone i punti più attuali, spesso solo per via indiretta. E' un teatro povero, nel senso che è spogliato di tutte gli accessori superflui, un teatro che cerca sempre di tendere all'essenza delle cose.

 

 

CURRICULUM ASSOCIAZIONE

Descrizione Ente:

Non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale con progetti di formazione, produzione e promozione dell’arte e della ricerca artistica sul territorio nazionale, europeo ed extraeuropeo, con particolare riferimento all’ambito teatrale.

Le attività sono pensate per i soci e con i soci, ma vengono offerte a tutti coloro che liberamente decidono di fruirne.

 

Missione:

L'Associazione è impegnata nel miglioramento della società attraverso la promozione della formazione culturale, sociale e umana della persona.

 

Obiettivi:

Sociale: crescita e sostegno della persona e della collettività attraverso l’Arte e la Cultura;

Formativo: promozione e sviluppo di progetti orientati alla crescita della persona e del capitale umano attraverso progetti di natura artistico-culturale;

Culturale: promozione e consolidamento dell'identità culturale nel sostegno ad attività e progetti che valorizzano e potenzino il patrimonio culturale ed artistico;

Istituzionale: promozione di attività e progetti in collaborazione con istituzioni nazionali, europee ed extraeuropee.

 

Relazioni con enti/organizzazioni:

Intrattiene relazioni con i seguenti Enti Istituzionali:

 

- Ambasciata italiana a La Paz, Patrocinio e finanziamento nel 2007 e 2008;

 

- Comune di Roma, Municipio VII, Assessorato alla Cultura:

2009 ideazione e organizzazione Rassegna Teatrale per giovani proposte ‘Fuori dal Comune’,

- Comune di Roma, Municipio VII, Assessorato alla Cultura:

2010 ideazione e organizzazione Rassegna Teatrale per giovani proposte ‘Fuori dal Comune’,

 

- Comune di Frigento (AV):

2009 ideazione e organizzazione dell’estemporanea d’arte ‘Frigento laboratorio d’arte’, (la cui fiducia verrà rinnovata per l’anno 2010)

 

- Municipio di Schwerte, assessorato alla Cultura, Dortmund (Germania) (2011)

 

- Municipio di Schwerte, assessorato alla Cultura, Festival d’estate: spettacolo e laboratorio teatrale con parata di strada, Dortmund (Germania) (2012)

 

- Comune di Roma, Municipio VII, Assessorato alle Politiche Sociali, Piano regolatore sociale 2011-2015:

progetto ‘laboratorio di teatro ciclo vita-morte’ (2012-2013)

progetto ‘Incontri generazionali nonni-nipoti’ (2012-2013)

 

 

 

Swiss Replica Watches replica ray ban replica Michael Kors Buy Replica Watches Rolex Replica

E con le seguenti Organizzazioni, nazionali e internazionali:

 

- Ass. Cult. Il Melograno ovvero delle Condizioni Avverse di Poggio Mirteto, Officina culturale della bassa sabina,

- Ass. Cult. Duncan, Roma

- Ass. Cult. Binario 1, Roma

- Ass. Onlus Progetto Salute, Roma

- Ass. Onlus Antropos, Roma

- Istituto Taylor, Roma

- Istituto professionale San Francesco, Fondi

- Ass. Cult Metamorfosi, Nazzano

- Comune di Roma, Municipio V, Roma, partecipazione artistica evento Parco Meda, 2008

- Ass. Cult. Arti e Spettacolo, l’Aquila

- Associazione IBIS, Nettuno

-Teatro Potlach, LIPT, Fara Sabina

- Teatro Cuattrotablas, Lima (Perù)

- Teatro El Baldio- red el Septimo, Buenos Aires, Argentina

- Cafè lorca – red del Mercosur, Santa Cruz de la Sierra, Bolivia

- Teatro dos Meninos - rete Linea Trasversale, Belo Horizonte, Brasile

- ISTA- Scuola Internazionale di Antropologia Teatrale

- Università del Teatro Eurasiano, Italia

- Odin Teatret (Holstebro, Danimarca)

- Circolo Gianni Bosio, Roma

- Scuola popolare di musica di testaccio, Roma

- Circolo Arci malafronte, Arci Roma

- Cooperativa sociale PM1, Roma

- Cooperativa sociale Nuove Risposte, Roma

- Ass. Cult. Tramartis, Roma

- Roy Hart Theatre, Francia

- Scuola popolare di musica di Testaccio, Roma

 

E’ membro attivo della Consulta della Cultura del V Municipio (ex VII) dal 2009.

 

Partecipazione a reti e network nazionali ed internazionali

Consulta VII Municipio, Roma: iscritto membro

Rete informale di teatro di gruppo, membro fondatore

Red Cultural Mercosur, osservatore partecipante

Red el Septimo, osservatore partecipante

Magadalena Project, osservatore partecipante

Tavolo permanente Piano sociale Municipio V (ex VII), Roma

 

Formazione professionale

Laboratorio teatrale annuale intensivo ‘Palcofficina’ presso Circolo Gianni Bosio, Roma (2011-2012)

Laboratorio teatrale intensiva presso Studio 7, Dortmund (Germania) (2011)

Laboratorio teatrale annuale ‘Il gioco di Brecht’ presso Circolo Gianni Bosio, Roma (2010-2011)

Seminario teatrale settimanale all’Encuentro Internacional de Ayacucho, Perù (2008)

Seminario settimanale presso Teatro La Gran Marcha, Lima, Perù (2008)

Lezioni di teatro presso Università di Buenos Aires, Argentina, 2007

 

Formazione pedagogica di base

 

Laboratorio ‘Memoria Viva’ sui canti di tradizione orale e messa in scena, nei Centri Anziani del Municipio VII ass. politiche sociali, Roma (2012-2013)

Laboratorio teatrale ‘Passaggi di eredità – laboratorio teatrale intergenerazionale’ sulle narrazioni di tradizione orale e messa in scena, nei Centri Anziani e scuole del Municipio VII ass. politiche sociali, Roma (2012-2013)

Laboratorio teatrale ‘Fiabe e racconti antichi e Fiabe e racconti contemporanei’, nei Centri Anziani e scuole del Municipio VII ass. politiche sociali, Roma (2012-2013)

Laboratorio teatrale ‘Ciclo vita-morte’ su fonti di Ernesto de Martino, con ragazzi segnalati dal servizio sociale, Municipio VII ass. politiche sociali, Roma (2012-2013)

Laboratori sugli Orti Urbani, con Centro CEA Municipio V (ex VII), Coop PM1, Istituto Pirotta, Centro anziani Manfredi, Roma 2013

Laboratorio sui Canti delle Mondine, Teatro Volturno, Roma 2013

Laboratorio ‘Giovanna Dark’, creazione collettiva basata sul testo Santa Giovanna dei Macelli di B. Brecht, Teatro Volturno, Roma 2013

Laboratorio teatrale per anziani presso ‘Istituto Taylor’, Roma (2011-2012)

Laboratorio teatrale presso Centro Giovanile Fenix9, Roma (2011-2012)

Laboratorio teatrale presso il Circolo didattico di Tagliacozzo (2010)

Laboratorio teatrale presso istituto professionale San Francesco di Fondi (LT) (2010-2011)

Laboratorio teatrale presso istituto professionale San Francesco di Fondi (LT) (2011-2012)

Laboratorio teatrale con i detenuti presso la casa di detenzione di Schwerte, Germania (2011)

Laboratorio teatrale presso il Centro Anziani ‘Sandro Pertini’, Roma (2009-2010)

 

 

Ricerca e documentazione

La ricerca e documentazione di Groucho Teatro avviene ed è avvenuta su più fronti:

-          Pedagogia: i soci fondatori di Groucho Teatro si sono formati con i Maestri del teatro e della pedagogia teatrale a livello internazionale, sui loro metodi e tecniche. Attualmente vengono organizzate continue attività di aggiornamento per i soci. Nel campo teatrale continuano il loro percorso di ricerca corpo e voce con gli attori di Peter Brook (Mamadou Dioume, Jean-Paul Denizon) in varie occasioni, con gli attori dell’Odin Teatret di Eugenio Barba (in particolare con Augusto Omolu, con cui proseguono il lavoro di ricerca sulla danza degli Orixà), con Anatoli Vasiliev, con Cesar Brie, con Naira Gonzalez e con molti altri. Nel campo musicale la ricerca è incentrata sulla musica e teatro e vede lo studio di vari strumenti (tromba, chitarra, pianoforte, trombone) presso la Scuola di musica di Testaccio; un particolare riguardo è riservato al lavoro sulla voce e sul canto polifonico di tradizione orale, sia presso i maestri del Circolo Gianni Bosio, che presso la Scuola di musica di Testaccio nel coro polifonico di canti contadini e politici diretto da Giovanna Marini.

 

-          Letteratura: Le fonti degli spettacoli sono state sempre molteplici, arricchendosi di fonti edite e inedite, ovvero acquisite direttamente sul posto (storie e canti popolari), in territorio nazionale o durante le tournèe in America Latina. Tutto è documentato nell’Archivio dell’associazione, sia cartaceo che multimediale.

 

Attività specifiche realizzate:

 

Produzioni teatrali

 

2013 Re Lear

2013 Donne in prima linea: Franca Rame

2013 Il risveglio di un uomo (dal testo di Franca Rame)

2012 Un uomo elegante di Seattle

2012 Canti dalla Terra, estratto a Dortmund febbraio 2012

2011 Brecht a Babilonia, Anteprima al Teatro Talia, teatro comunale di Tagliacozzo; Università di Cassino

2011 Gli Zii di Hendrix, presentato in vari luoghi tra cui il Teatro Marcello di Roma

2010 Prometeo in Blues (nuova versione), presentato in anteprima al Teatro del Quarticciolo (Roma), tra le altre date a Dortmund, Halle, Schwerte (Germania)

2008 Amletos  Parata di strada. In collaborazione con Teatro El Caldero, Mar Del Plata, Argentina.

2007 Prometeo in blues, libero riadattamento del Prometeo incatenato di Eschilo, presentato in 3 lingue con più di 40 repliche, tra Italia e America Latina.

2006 Cercando Axé (ora ‘Il fiume che scorre’) Varie repliche fra Italia e Perù.

 

Cooperazione Culturale

 

Tra il 2006 e il 2008 si muove in scambi pedagogici, artistici e spettacolari fra Italia, Brasile, Bolivia, Perù e Argentina, con progetti istituzionali (Ambasciata italiana in Bolivia), accademici (Università federale di Sao Paulo, Università federale di Bahia, Università statale di Buenos Aires) e informali, in Germania a Dortmund.

 

Eventi Culturali realizzati come Organizzatore

 

Rassegna multidisciplinare “ContaminAzioni”, in collaborazione con Ekidna, Carpi (Mo), Ottobre 2007;

Rassegna di teatro “Fuori dal Comune”, VII Municipio, Roma, Giugno 2008;

Rassegna di teatro “UrgenzAteatro”, IV Municipio, Roma, Maggio 2009;

Residenza teatrale presso Teatro la Scuola, Casentino (AQ), Febbraio-Marzo 2009;

Progetto in Memoria di Tony d’Urso- Università di Cassino, 2010.

 

Organizza la rassegna multidisciplinare di giovani proposte “Fuori da Comune2”. Patrocinio e sostegno economico del VII Municipio, Assessorato cultura e scuola, Roma, Giugno 2009 e la terza edizione nel 2010.

Organizza l’Estemporanea di arte contemporanea “Frigento Laboratorio d’Arte”. Patrocinio e sostegno economico del Comune di Frigento (AV); Partecipazione al Festival Internazionale di teatro di La Paz, FITAZ, con lo spettacolo “Prometeo in Blues”, patrocinio e sostegno economico dell’Ambasciata Italiana in Bolivia, la Paz, 2007.

 

Laboratorio ‘Axé, energia e movimento’ sulle danze Orixà; dir. da Augusto Omolù (Odin Teatret) presso Arci Malafronte, Roma, Novembre 2011.

 

Progetto ‘Primavera della Pedagogia’, Marzo-Maggio 2012, tre incontri di alta formazione con i maestri del Teatro: Laboratorio sui principi di energia, dir. da Groucho Teatro, presso Teatro Volturno; Laboratorio ‘Viaggio di Voce’, dir. da Naira Gonzales, presso Arci Malafronte, Roma; Laboratorio ‘Axé, energia e movimento’ sulle danze Orixà; dir. da Augusto Omolù (Odin Teatret) presso Arci Malafronte, Roma.

 

Progetto ‘Passioni’, percorso teatrale di due settimane dir. da Alessio Bergamo, presso Teatro Volturno, Giugno 2012.

 

Progetto ‘Human Voice’, con Roy Hart Theatre, presso Arci Malafronte, Marzo 2013.

 

Manifestazione 7 si fa in 4…anzi in 5: coordinamento e direzione artistica sezione Teatro (15-30 Giuno 2013).

 

 

Linee artistiche:

 

Groucho Teatro è un gruppo di teatro. Ricerca il proprio linguaggio artistico attraverso la sperimentazione di linguaggi diversi come la musica, il canto, la danza e il video. In particolare si muove all’interno dei princìpi di Antropologia Teatrale, sempre alla ricerca dell’umanità del lavoro di attore.

Mara Calcagni e Raffaele Schettino, soci fondatori, seguono il lavoro di Augusto Omolù (Odin Teatret) sulla danza degli Orixas da diversi anni.

La formazione con laboratori e seminari, professionali e di base, diretti a disparate categorie, sono una parte fondamentale della linea di ricerca volta ad imparare anche dagli allievi.

Studiano Estetica dei modi contadini con Giovanna Marini. Sono coristi nel Coro di Modi Contadini e di Inni e Canti di Lotta della Scuola Popolare di musica di Testaccio, con cui partecipano a svariati concerti, in Italia e all’estero, e ai viaggi di ricerca ‘sul campo’.

Si formano seguendo corsi di teatro per attori. Tra gli altri, lavorano con Odin Teatret (Danimarca), Lume Teatro (Brasile), Cèsar Brie (Bolivia), Naira Gonzalez (Italia), équipe dell’Ista (International School of Theatral Antropology), Teatro Ridotto di Bologna, Grotowsky Center di Wroclaw (Polonia), Anatoli Vassiliev (Russia). L’attività del gruppo di teatro è orientata principalmente alla ricerca sull’arte dell’attore e alla produzione di spettacoli.

 

CURRICULUM VITAE RAFFAELE SCHETTINO (sintetico)

 

Raffaele Schettino è nato nel 1975. Dopo studi classici e studi musicali (pianoforte, chitarra blues) si laurea in economia politica a La Sapienza e vince un dottorato di Ricerca a La Sapienza di Roma. Conosce l’Odin Teatret e ‘cambia strada’: frequenta il postdottorato di ricerca in arte scenica presso l’Università Federale di Bahia (Brasile) e decide di dedicarsi al Teatro come professione.

 

Si forma come attore in vari seminari e stage con l’Odin Teatret di Eugenio Barba dal 2003 tra Italia, Danimarca e Brasile (in particolare con l’attore Augusto Omolù, con cui continua a collaborare attualmente, approfondisce gli strumenti di danza degli Orixà, danza di origine rituale che, nell’ambito dell’Antropologia Teatrale, indaga le qualità d’energia dell’attore);

 

con alcuni attori provenienti dal Bouffes du Nord di Peter Brook:

Mamadou Dioume (percorso Joyselle di Maeterlinck (2009), La Tempesta di Shakespeare (2010), Lotta di negro e cani di Koltes (2012) e in altre occasioni fino ad oggi), 

Jean-Paul Denizon (sulle ‘Le tre sorelle’ e altri testi i Checov, su testi di Shakespeare, tra il 2010 e oggi),

Bruce Myers (su Re Lear di Shakespeare (2012);

 

con Naira Gonzalez (progetto Amleto; in numerosi seminari fino ad oggi), con Cesar Brie, con il Teatro Potlach, con il Blue Theatre, con A. Millennin (Teatro d’arte di Mosca, lavoro su Amleto di Shakespeare), con il Lume Teatro (Brasile), con Franca Rame e Dario Fo (Alcatraz, 2012-2013).

 

Fa da tecnico per 2 turnè dell’Odin Teatret ne il ‘Libro di Ester’ (2006). Partecipa a due sessioni dell’Università del Teatro Eurasiano (Scilla, 2004, Ravenna 2006), a quella di Linea Trasversale (Nova lima, Brazil, 2007), ai Laboratori interculturali al Teatro Potlach (Fara Sabina, 2008, 2009), alla sessione ISTA al Grotowski Institute (Wroclaw, Polonia, 2006). Partecipa come attore al montaggio diretto da Kai Berthold e Odin Teatret al Piccolo Teatro di Milano (2009).

Conosce il Metodo dell’Etude partecipando come uditore al progetto Checov (presso il Grotowski Institute) e su Pirandello (presso Teatro Valle), diretti entrambi da Anatoli Vasiliev (2011-2012),

Organizza e partecipa al percorso ‘Passioni’ diretto da Alessio Bergamo (2012-2013) e alla ‘Trilogia della Villeggiatura’ di Goldoni (2012), diretto da Alessio Bergamo. Segue ad oggi la collaborazione con Bergamo sul progetto di spettacolo ‘Passioni – dalla Mauthausen Pasion di Bach’.

 

Inizia a lavorare in Cinema con l’Action Lab diretto dal regista Sergio Rubini (2012).

 

 

Nel 2005 entra al Teatro dei Venti di Modena dove oltre ad essere attore, dirige la pedagogia del gruppo di attori. Nel 2006 fonda l’Ass. cult. Groucho Teatro – Centro di ricerca teatrale (Roma) di cui è attore e condirettore artistico, oltre che musicista. Con Groucho Teatro crea vari spettacoli, in Italia e all’estero. La sede teatro dell’associazione è presso il Circolo Gianni Bosio, centro di ricerca etno-musicologica sulle tradizioni orali, di prestigio internazionale. Collabora inoltre nella gestione artistica del Teatro Volturno di Roma.

Tiene un’intensa attività pedagogica con progetti di ricerca, seminari e corsi per attori (corpo, voce e recitazione), di livello professionale e non, e con specifiche sociali cioè diretti a scuole, anziani e a categorie svantaggiate, in Italia e all’estero. Attualmente, nell’annualità 2012-2013, per conto del Municipio VII del Comune di Roma – Piano sociale di zona, tiene 3 laboratori di teatro e canto, nei centri anziani, intergenerazionale per nonni e nipoti;  un laboratorio di teatro e canto per adolescenti; per la scuola Ofelia di Roma tiene stage professionali per attori.

 

Fa parte del coro polifonico del corso dei Modi contadini e inni di lotta presso la scuola popolare di musica di Testaccio, guidato da Giovanna Marini, con cui partecipa come cantante a vari concerti in Italia e all’estero e ai viaggi di ricerca ‘sul campo’ (Castelsardo, Sessa Aurunca, Matera, Gubbio, Canicattì).  Studia canto e trombone presso la scuola popolare di musica di Testaccio dal 2009.

 

Fa parte del gruppo di ricerca sulla popolazione Kalunga dal 2012, progetto coordinato da Jacopo Fo.

 

 

PRODUZIONI:

 

 

  • Come ATTORE:

 

Spettacoli:

Nel nome del Padre (Teatro Internato-musicista e aiuto regia, regia: Stefano Tè, 2004),

Donne e resistenza (Teatro dei Venti-attore,regia: Stefano Tè, 2005),

Prometeo in Blues (Groucho Teatro-attore, regia: Mara Calcagni, 2007-2009),

Cercando Axè (Groucho Teatro-attore e regista 2005),

Parata Amletos (Groucho Teatro-attore, regia: Mara Calcagni, 2008),

Giornata finale progetto Odin Teatret al Piccolo Teatro di Milano (Kai Berthold-Odin Teatret 2009)

Le 5 giornate di Roma (Collettivo 5 giornate di Roma – attore 2010),

Brecht a Babilonia (Groucho Teatro-attore e co-regia 2010-2011),

Il fiume che scorre (Groucho Teatro – dimostrazione di lavoro – attore 2010-oggi),

Gli Zii di Hendrix (Groucho Teatro-attore-narratore e musicista 2010-2011),

Canti di Terra (Groucho Teatro-attore e cantante e co-regia 2012-oggi),

Un’uomo elegante di Seattle (Groucho Teatro e Totalab - attore e cantante 2012-oggi),

Prometeo in Blues, nuova versione (Groucho Teatro-attore, regia: Mara Calcagni, 2010-oggi),

Passioni (attore, regia di Alessio Bergamo, 2012)

Baratto (Odin Teatret, coordinato a Roma da Elena Floris, 2013)

Re Lear – di W. Shakespeare (Groucho Teatro-attore e regista - in lavorazione),

Giovanna Dark - basato su Santa Giovanna dei macelli di B.Brecht (Groucho Teatro - attore, regia: Mara Calcagni,  in lavorazione),

Il risveglio - di Dario Fo (Groucho Teatro - attore, in lavorazione)

 

Rappresenta gli spettacoli in varie tourné internazionali (Europa e America Latina) e in lingue diverse.

 

 

  • Come REGISTA:

 

Amleto – di W. Shakespeare (montaggio scenico risultante dal lavoro di ricerca Palcofficina - 2012, Roma),

Scontro di negro e cani – di J.B. Koltes (montaggio scenico all’interno del festival Arterie 2012, coordinato da Mamadou Dioume – 2012 Cantalupo in Sabina),

Diario di viaggio in Italia – adattamento originale dal testo di Goethe (montaggio scenico all’interno del Festival Welltheater der strasse – 2012 Schwerte, Germania ),

Re Lear – di W. Shakespeare (in lavorazione).

 

 

  • Come CANTANTE (nucleo di ricerca sui canti polifonici di tradizione orale diretto da Giovanna Marini):

 

Roma:

Manifestazione municipio VI (2010),

Teatro Palladium (2009),

Auditorium Parco della musica (2010),

Teatro Ghione (2009),

Parco Villa Gordiani (2010),

piazza Navona (palco manifestazione) (2011),

Teatro Palladium (2012),

Teatro centrale Preneste (2010),

Palco manifestazione 25 Aprile Piramide (2011),

Museo Pigorini (2011),

Mausoleo Ossario garibaldino (2012),

 

Perugia: Teatro Morlacchi (2011);

Faenza: Teatro Due Mondi (2011);

Firenze: Parco nuovo (2009), Istituto Ernesto de Martino (2012);

Napoli: Palco Manifestazione 1 maggio (2012);

Matera: Palazzo consiliare (2012)

Casalmaggiore (CR): Teatro Comunale (2013)

 

Metz (Francia): Festival Passage – Teatro Arsenale (2011)

 

 

 

  • CINEMA E TV

 

Come attore:

 

"The Boogieman" - cortometraggio (ruolo: uomo d'affari), 2012, regia Filippo Bonora

 

"Lo psicologo della mutua" - serie web (ruolo: portantino), 2013, regia: Daniele Brunelli, prod. Fulvio di Meo

 

 

 

CURRICULUM VITAE MARA CALCAGNI (sintetico)

 

E’ attrice e regista. Si forma con i maestri dell'Odin Teatret, con il Lume, uno dei più importanti gruppi di teatro brasiliano, Cezar Brie del Teatro de Los Andes, Naira Gonzalez del Centro Teatrale Umbro, James Slowiak e Jairo Cuesta del New Lab Performance, Mamadou Dioume, Alessio Bergamo, Roy Hart Center Human voice.

Nel 2005 è parte dell’ensemble del Teatro Ridotto di Bologna, come attrice.

Fonda l’ass. Groucho Teatro (2006) di cui è attrice, regista, pedagoga e condirettore artistico.

Dal 2010 fa parte del Magdalena Project, rete internazionale di donne che lavorano nel teatro, progetto coordinato da Julia Varley (Odin Teatret).

Ricerca dal 2010 sul metodo vocale ‘Link Leather’ e sulla pedagogia legata alla metodologia Orff.

Dal 2012 ricerca e collabora attivamente con il Roy Hart Theatre, sulle vie della voce.

Dal 2008 è parte del Coro di Estetica dei Modi Contadini e Inni e Canti di Lotta diretti da Giovanna Marini, con cui fa concerti in italia e all’estero.

Dal 2008 tiene laboratori e seminari in Italia, in America Latina e in Europa.

 

Spettacoli:

 

2005: ‘Parata’ – Teatro Ridotto, Bologna

2005: ‘Sogni vagabondi’,  Teatro Ridotto, Bologna

2007: Prometeo in Blues (Groucho Teatro-regia 2007-2009),

2005:Cercando Axè (Groucho Teatro-musicista),

2008: Parata Amletos (Groucho Teatro-attrice)

2010: Brecht a Babilonia (Groucho Teatro-attrice e co-regia)

2010: Prometeo in Blues nuova versione (Groucho Teatro-regia 2010-oggi)

2012: Canti di Terra (Groucho Teatro-attrice e co-regia)

Elevator Shoes from riseshoes.com Shoes. Quality height increasing shoes. Cheap height increase shoes. Shoes that make you taller. www.riseshoes.com